Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La politica dell’innovazione e una lunga stagione di convinzioni assolute, retorica, localismo e invadenza. La necessità di ripartire dai commons, con quel po’ di irragionevole iconoclastia che serve per tornare ad una visione più equilibrata di ciò che davvero la politica pubblica può fare per l’innovazione. </em>Originally in medieval England the common was an integral part of the manor, and was thus legally part of the estate in land owned by the lord of the manor, but over which certain classes of manorial tenants and others held certain rights. By extension, the term "commons" has come to be applied to other resources, which a community has rights or access to.</em>

Professore ordinario al Politecnico di Milano e Direttore dell’Alta Scuola Politecnica, autore di libri e pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali nel campo dell’economia, del management e dell’innovazione